Approfondimenti

Il botulino: cos’è e come agisce?

By 15 Marzo 2021 No Comments

Tutti pazzi per il botulino: quali benefici portano i trattamenti

Si parla tanto e sempre di più di botulino, il protagonista di uno dei trattamenti estetici più gettonati, che promette di agire su uno dei più grandi crucci delle donne: le rughe! Questo topic della bellezza comincia a far vedere i suoi effetti dopo 3/5 giorni e i suoi risultati durano per 4/5 mesi. Nonostante il fatto che debba – quindi – essere ripetuto almeno due volte l’anno per avere un effetto continuativo, le donne (e gli uomini!) che ricorrono alla famosa “punturina” sono moltissimi. Ma forse sono in pochi a sapere cosa accade concretamente quando avviene l’iniezione e, soprattutto, cosa si intende quando si parla di botulino o ancor meglio di tossina botulinica.

Scientificamente parlando, la tossina botulinica è una proteina neurotossica di origine batterica, che iniettata nei muscoli blocca il rilascio di acetilcolina, una sostanza che trasmette l’impulso nervoso ai muscoli. Per questo, a contatto con i muscoli del volto, ne riduce drasticamente l’attività di contrazione, dando vita a un rilassamento del muscolo corrugatore.

Di questa neurotossina ne esistono ben sette tipi (A, B, C1, D, E, F e G), tutti derivati da ceppi del batterio Clostridium Botulinum e altamente selezionati in laboratorio. Quelli utilizzabili nell’uomo e presenti attualmente in commercio sono il tipo A e il tipo B. Nello specifico dell’ambito estetico, viene utilizzata la tossina botulinica nella forma purificata di tipo A e viene somministrata nel trattamento di rughe d’espressione della fronte, intercigliari, perioculari, verticali e orizzontali alla radice del naso.

Botulino: quali sono i dubbi

Nonostante questo trattamento estetico sia ampiamente utilizzato, le domande che vi ruotano attorno continuano a essere molte. Oltre agli elevati costi, ulteriormente aggravati dal fatto di doverlo ripetere con frequenza, infatti, ci sono ancora numerosi dubbi a livello scientifico su quanto sia effettivamente pericoloso il botulino.

È anche vero che quando ci si affida a un professionista si può affrontare la seduta con botulino in sicurezza, con risultati che difficilmente altri trattamenti possono garantire.

Considerati ad ogni modo i rischi, il costo ingente e la necessità di ripeterlo con frequenza, sono molte oggi le alternative in commercio che possono essere prese in considerazione. È con l’intento di rimediare alle problematiche di questo trattamento che sono, infatti, nate le creme ad effetto Lifting. Mimano l’effetto del botulino pur non dovendo avvalersi dell’ausilio di alcun ago. Creano un’azione miorilassante sui muscoli con i quali vengono a contatto, distendendo e liftando – senza il fastidio di dover iniettare nessuna sostanza. Oltretutto, hanno l’importante vantaggio di poter trattare quelle zone che sono off limits per il botulino: palpebra inferiore e la parte bassa delle zampe di gallina causate dallo zigomatico. Ma non solo: se non volete rinunciare a un trattamento con botulino potete addirittura raddoppiare l’azione liftante utilizzando in sinergia con esso i cosmeceutici della linea Liftensive, che vi permetteranno di continuare anche a casa la battaglia contro le rughe. Non perdetevi i prossimi articoli su cosa fare dopo un trattamento con botulino!

Scoprite di più: la nostra linea Liftensive con siero, crema e contorno occhi ultra-liftante!

E voi? Che ne pensate del botulino? Avete mai preso in considerazione l’idea di fare dei trattamenti con questa tossina? Quali sono i dubbi ce avete su questo trattamento? Lasciateci i vostri commenti qui sotto!

Il contenuto di questo articolo è stato validato dal nostro board scientifico.

 

 

Leave a Reply

Secured By miniOrange