Novità

Perché scegliere il peeling

By 21 Luglio 2021 No Comments

C’è un peeling per ogni esigenza della pelle e per questo c’è sempre un buon motivo per scegliere il peeling rispetto ad altre procedure estetiche. I diversi acidi utilizzati in questo trattamento, che viene eseguito dallo specialista, agiscono esfoliando la pelle e stimolando una rigenerazione endogena a seconda della problematica: per schiarire le macchie, per eliminare i segni dell’acne o per ringiovanire il viso.

 

Il peeling ha un’azione cheratolitica, ovvero elimina gli strati superficiali di cellule morte. Questo processo dà luminosità immediata, stimola il rinnovamento cellulare e l’idratazione, e ha un effetto seboregolatore sulle pelli impure.

 

“Il peeling è un trattamento sicuro, non è invasivo ed è confortevole per il paziente perché non presenta rischi di ecchimosi. L’unico effetto che si può osservare è un leggero arrossamento della pelle che va via in poco tempo”, dice la dottoressa Alessandra Lusi, consulente Collagenil.

 

Tra i fattori che rendono il peeling un trattamento unico nel suo genere ci sono, quindi, la non invasività, la risoluzione di problematiche diverse e la stimolazione di una risposta endogena che sfrutta la straordinaria capacità di autoguarigione e di rigenerazione di cui il corpo è capace. Il risultato rivela e valorizza una bellezza autentica e molto naturale.

 

Ma c’è un altro elemento che caratterizza il peeling: la personalizzazione.

 

“La possibilità di avere formulazioni combinate come quelle della linea Elements di Collagenil massimizza i risultati che si possono ottenere.”

 

Gli attivi più efficaci che sono presenti in maniera maggiore o minore in base all’obiettivo primario sono: “Gli agenti depigmentanti, come l’acido azelaico e cogico, che aiutano a ridurre le macchie scure dovute all’invecchiamento o causate da fattori ormonali, l’acido glicolico che ha un’azione idratante e sebonormalizzante, e l’acido mandelico, un agente che si può utilizzare anche in estate perché stimola il turnover cellulare. Inoltre, sono pool di attivi che si autolimitano. Questo vuol dire che una volta applicati sulla pelle agiscono per un lasso di tempo stabilito e poi la loro azione viene neutralizzata, evitando così il rischio di andare oltre l’effetto desiderato con possibili effetti collaterali per la pelle”, spiega la dottoressa Lusi.

La Dott.ssa Alessandra Lusi

La Dott.ssa Alessandra Lusi

COME PREPARARE LA PELLE PRE E POST PEELING

 

I risultati migliori si ottengono in un ciclo 6-8 sedute da ripetere ogni 15 giorni. Per amplificare l’effetto desiderato è fondamentale la preparazione e la cura della pelle dopo aver fatto il trattamento.

 

“Consiglio di idratare bene la pelle con i cosmeceutici per normalizzare i parametri cutanei e arrivare al momento del trattamento nella migliore condizione possibile. Dopo il peeling, suggerisco di utilizzare un detergente non aggressivo e di idratare bene la pelle. Nei giorni immediatamente dopo la seduta non è indicato esporsi al sole e si può applicare una crema restituita e lenitiva per accelerare il decorso, come Riparatrice attiva della linea Dry & Sensitive di Collagenil che contiene l’attivo Dermican™ che potenzia la sintesi delle fibre di collagene e Melhydran™, dalle proprietà liporestitutive”.

Leave a Reply

Secured By miniOrange